Cookies

Posted in Uncategorized on gennaio 9, 2017 by cyberchef

INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIES

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Navigando nel blog e visionandone i contenuti, autorizzi l’uso dei cookies. Per saperne di più leggi l’informativa estesa  di cui al provvedimento del Garante della Privacy 8.5.2014

Passeggiata lungo la Bisse du Roh

Posted in Passioni with tags on febbraio 24, 2019 by cyberchef

A volte le cose devono accadere per caso. Una mattina, o meglio era già piuttosto tardi, diciamo intorno a mezzogiorno, decido di andare a cercare una strada per raggiungere il lago di Chermignon. Ho sbagliato qualcosa, ma come come si suole dire, non tutto il male vien per nuocere. Ho trovato questo sentiero, ne ho percorso qualche metro, probabilmente un paio di centinaia, non ricordo bene. La cosa stimolante è che da queste parti, per festeggiare i 125 anni dalla nascita della stazione turistica hanno realizzato una scritta in legno,

IMG_8338

che di notte si illumina,

IMG_8347

vicino al mio luogo di lavoro. Oltre a questo, hanno poi sparpagliato in vari posti le lettere che la compongono. La scorsa estate durante una passeggiata con mia moglie Cinzia abbiamo trovato la lettera A, sul limitare di un campo da golf. Invece lungo la Bisse, o meglio all’inizio, ho trovato la R.

IMG_8614

A gennaio era così. Impossibile proseguire in questa stagione.

IMG_9385

Mi piacerebbe, nella bella stagione raggiungere la diga che si vede in lontananza proprio da qui.

D814D540-2C6C-4A22-8431-6D6E6D9859A4

Tra andata e ritorno son previste 7 ore. Chissà.

Questa passeggiata è stata creata sul percorso creato se ricordo bene per raccogliere l’acqua e avviarla ai centri di raccolta verso la fine dell’800.

Questo è uno dei numerosi pannelli in 4 lingue che si trovano lungo il percorso.

IMG_8639

Non è raro durante la passeggiata in estate avere la compagnia di qualche scoiattolo.

Problemi risolti?

Posted in Disservizi on febbraio 24, 2019 by cyberchef

E’ qualche mese che non passo da qui. Ho avuto problemi di accesso. Chiedo scusa a chi si aspettava qualche aggiornamento

Scarpinata di settembre

Posted in Passioni, Uncategorized with tags on settembre 5, 2017 by cyberchef

Stamattina ho voluto provare a fare una bella camminata, approfittando delle buone previsioni meteo.

 Ho messo la sveglia di buon ora e alle 8 ero già in marcia. All’andata le indicazioni le ho trovate chiare, al ritorno in un paio di punti ho perso i segnali che dovevo seguire. Questo dimostra che non sono un “ragazzo di montagna” 😦

L’itinerario che ho scelto per la mia scarpinata é stato la”  Bisse du Tsittoret” https://new.crans-montana.ch/it/poi_rando?trailid=78307  in pratica per buona parte del percorso si ha al proprio fianco un canale, bisse in francese. Io son partito dal lago Grenon ed ho preso la strada asfaltata che conduce a Vermala, poco dopo il cartello che indica l’uscita da Montana e l’entrata nel territorio di Vermala, ho trovato le prime indicazioni per lasciare il nastro d’asfalto e proseguire lungo i sentieri vallesani. Arrivato nei pressi dell’entrata del campo da golf, ho cercato i cartelli gialli che indicano i sentieri per le varie destinazioni. Un po’ di saliscendi non esageratamente ostici mi hanno portato presso le hameau du Colombire. Qui si trovano un museo, un punto di ristoro, in alcuni periodi anche un punto vendita di prodotti locali. Si prosegue per il sentiero pressoché pianeggiante, il panorama é spledido. Io mi sono fermato presso la cave de Scex. Avevo delle cose da fare per cui sono rientrato dopo una piccola pausa.

Se vi viene voglia di provarci…

   
   

La prima volta

Posted in Disservizi, Fregatura with tags , on giugno 27, 2017 by cyberchef

La scorsa settimana ho incontrato per la prima volta software malevolo nel mio portatile. Un Macbookpro ormai obsoleto, così è definito da mamma Apple. Dopo qualche momento di nervosismo, ho scansionato il S.O. con un utility gratuita https://www.etrecheck.com/  e poi non riuscendo manualmente a rimuovere i file indesiderati, ho trovato in rete un altro sofware freeware https://www.malwarebytes.com/mac/ che mi ha “tolto le castagne dal fuoco ”

Dopo 18 anni senza nessun pensiero, mi tocca affrontare questa nuova rottura di scatole: che delusione

 

Non c’è limite al peggio 2.0

Posted in Uncategorized on maggio 1, 2017 by cyberchef

Sarò un inguaribile ingenuo, ma credo nell’onestà. Valore in via d’estinzione.

Pure Tripadvisor, sito che dovrebbe aiutare a decidere quale struttura merita una vista o meno non è da meno, ci sono quelli che si recensiscono da soli. Quelli che si fanno fare recensioni a pagamento.

Abbiate almeno l’intelligenza di non esagerare altrimenti salta all’occhio più di un montone nero in mezzo ad un gregge di pecore bianche

Addio Michele

Posted in Uncategorized on aprile 23, 2017 by cyberchef

Ieri mattina, quando l’ho saputo ero incredulo.

Pensavo fosse uno scherzo di cattivo gusto. Purtroppo mi sbagliavo

Addio Michele.

Ciambella dell’Epifania

Posted in Dolci, Ricette with tags , on gennaio 8, 2017 by cyberchef

4 Gennaio, la mia principale mi dice che per le colazioni dell’Epifania, gradirebbe offrire agli ospiti alloggiati un dolce tipo filone o ciambella tipo pan brioche. E’ una tradizione della zona.

La mattina del giorno successivo, cerco l’ispirazione, mentre sfoglio i miei ormai vetusti quaderni di ricette, trovo un foglietto vagante, di solito uso prendere dei foglietti per dividere le proporzioni di ricette di volume consistente. Ho il maledetto vizio di non scrivere di cosa si tratta. Tornando al foglietto, ritengo si fosse trattato di una ricetta per fare i croissant. Nello specifico, ho preso solo l’impasto magro che poi avvolge il grasso prima di “sfogliarlo”.

Ho messo nella vasca della planetaria:

Farina per pizza con grano duro   500 g (E’ una miscela di farine con lievito inattivato)

Zucchero                                                 65 g

Burro                                                        65 g

Uova   intere                                             4 n

Latte                                                          75 g

Lievito    granulare                                    4 g (ca mezza bustina)

Sale                                                             10 g

Procedimento

Ho messo tutto insieme a girare , ho aggiunto in due tre riprese circa 50 grammi d’acqua. Ho reso l’impasto molto elastico lasciandolo girare almeno 30 minuti. Ho poi lasciato l’impasto a riposare dalle 9.30/10 sino alle 13.20 La cucina non è particolarmente calda. Diciamo che l’impasto e’ triplicato.

Ho steso l’impasto, dandogli la forma di un rettangolo l’ho pennellato con un uovo intero battuto. Ho cosparso di mandorle macinate e cocco rapè. Ho preso un sac à poche con una bocchetta piccola (n 8) Messo nella tasca della cioccolata da forno, ho fatto 5/6 cordoni di cioccolato sulla lunghezza del mio rettangolo. A questo punto ho arrotolato l’impasto, ho cercato di torcerlo un po’ senza esagerare per paura di strapparlo. Ho preso una tortiera  tonda da 32 cm di diametro, ho messo sotto un foglio di carta da forno. Ho adagiato sopra il mio “salamotto” di pasta creando un anello. Ho pennellato la superficie con l’uovo rimasto. Sopra ho cosparso di mandorle affettate. Ho messo il tutto in frigorifero. Non volevo lievitasse troppo presto.  Non ero soddisfatto, sono uscito a comprare granella di zucchero e ciliegie candite. Al ritorno in cucina per il servizio della cena ho ripennellato e cosparso di granella appena comprata e disposto qualche ciliegia tagliata  a metà . Ho messo al tiepido dalle 17 alle 19.

Cotto in forno ventilato a 167° C per circa 30 minuti

Soddisfatto del risultato. Sono stato subissato di complimenti. Io non l’ho assaggiata. Lo ha fatto mia moglie e mi ha detto che era buonissima. L’ultimo pezzetto rimasto l’ho spedito a casa per la mia Principessa. Domani sentiamo il suo parere

Misteri della burocrazia

Posted in Disservizi, Uncategorized with tags on dicembre 6, 2016 by cyberchef

Circa un mese fa, sono stato contattato telefonicamente, almeno così mi han fatto credere, dall’ INPS. Tra le varie domande mi è stato chiesto se desideravo ricevere l’ INPS card. Una carta di debito che riceve le prestazioni INPS direttamente. Ho declinato l’offerta. Dopo 20 giorni, mi è stata recapitata a casa una busta con un PIN. Ieri è arrivata la card. La prima domanda è: ma se me la mandi in ogni caso perché mi chiedi se la voglio? La  seconda domanda è: se poi uno s’incXXXX e va alla sede INPS e si mette a sfogare il suo malcontento passa dalla parte del torto?

Oppure dovevo considerare la domanda alla stregua dei referendum abrogativi, il mio no stava a dire si?

Come perdere un cliente

Posted in sensazioni e meditazioni with tags , on ottobre 26, 2016 by cyberchef

Tanti anni fa, appena terminato il servizio militare, mi comprai un’auto, l’unica nuova che ho posseduto fin’ora. Decisi di iscrivermi all’automobil club d’Italia, meglio conosciuto come A.C.I.

Purtroppo come guidatore ero un po’ carente. Tamponai un’ auto in autostrada, per puro caso ero molto vicino ad un’uscita, nello specifico a Ospitaletto. Il titolare o presunto tale dell’officina autorizzata al soccorso stradale A.C.I. Mi vide dalla recinzione e si prodigó per effettuare il recupero. A quei tempi avevo un lettore di musicassette in auto connesso all’impianto tramite una spina Mammut.

Dovetti lasciare in officina l’auto dopo aver recuperato bagaglio e lettore lasciai l’auto in consegna all’officina. Ebbi anche la fortuna di tamponare una persona che abitava vicino a casa mia che mi diede un passaggio.

Dopo qualche giorno, l’auto era stata sistemata per poter almeno tornare a casa. Mio padre si occupó del ritiro, voleva sentire la musica, purtroppo secondo il responsabile dell’officina io strappai i cavi per togliere il lettore di nastri. Tornato a casa, ci accorgemmo che le casse installate sulla cappelliera erano scomparse. Ecco il motivo per cui furono strappati i cavi , per non far scoprire la malefatta.

Tempo dopo ebbi un secondo incidente in cui mi servì il traino in officina dell’auto. Questa volta dovetti pagare il traino e chiedere il rimborso all’Automobil Club. Naturalmente il rimborso era privo dell’IVA.

Questa fu la goccia che fece traboccare il vaso.

Fine del mio rapporto con il succitato club e con la sua assenza di serietà