BASTA

Stasera dopo una lunga assenza a causa del lavoro e altri impegni ho deciso di scrivere la mia rabbia cercando di condividerla con chi la pensa come me.

Per prima cosa sono infuriato con tutte le persone prepotenti che approfittano delle persone corrette e di buon senso.
Non e’ detto che chi e’ ben educato debba subire, in silenzio, angherie da coloro che si sentono (magari per certi verso lo sono anche) superiori.

Dico BASTA, e’ ora di smettere di subire.

Volete un esempio: chi ha detto che chi fuma ha il diritto di lasciare un segno del suo passaggio? Ma cos’ e’ non si ha nemmeno la forza di lasciar cadere i propri mozziconi in un cestino? Il massimo e’ quando sei sulla strada con la moto o anche la bici, e vedi volare dai finestrini munizioni anticivilta’: EHI? Ci vuole la domestica che li raccolga?
Non parliamo poi di alcuni proprietari di cani, non ho la certezza che siano la maggioranza, ma ho paura che sia cosi’, noi ignari pedoni siamo costretti a fare lo slaloom sui marciapiedi per evitare di portarci a casa un “profumato” souvenir della bestiola (innocente) che ci ha preceduto.
Dicono che porta fortuna, allora perche’ non se li portano a casa tutti questi oggetti scaramantici?
Poi magari li sfruttano per fare un bel sei al superenalotto, o per propiziarsi un gratta e vinci, che vanno cosi’ di moda.

Altro argomento scottante l’educazione stradale, proprio sabato scorso, mentre andavo a prendere mia figlia a scuola, mi sono imbattuto in una persona modello. Arrivo ad un incrocio in cui ho la precedenza, alla mia destra una smart rossa e grigia punta verso la mia strada, il conducente col braccio fuori dal finestrino guarda con aria superiore, io non cedo il passo, e questo campione di galateo mi lancia un “ma va’ a c…” COMPLIMENTI, ma chi si credono di essere questi. Imparate a comportarvi civilmente, poi forse vi cederemo anche il passo.

Per ultimo ho voluto lasciare il problema lavoro, io non ho voglia di farmi del sangue amaro perche’ la gente non e’ in grado di fare il suo lavoro, non e’ corretta, o perche’ invece di fare il proprio dovere passa il tempo a guardare cosa fanno gli altri. Gia’ ci sono dei giorni che piuttosto che lavorare pagheresti per restare libero, specialmente quando il sole al mattino ti saluta mentre ti rechi a sudare la pagnotta. Poi c’e’ il capo che ti tartassa perche’ c’e’ poco lavoro, o perche’ ci sono dei costi che vorrebbe ridurre. Se poi devi incavolarti con chi invece che collaborare rema contro: meglio lasciar perdere. E’ diventato un miracolo trovare gente che sia in grado di fare il proprio dovere: niente di piu’.

Non so voi, ma io ne ho le tasche piene di soprusi e prepotenze, lo so che ci sono problemi ben piu’ gravi che assillano il mondo, ma le piccole spine sono comunque dolorose, quando un fastidio e’ breve come una puntura di zanzara si puo’ sopportare, ma quando tutti i giorni devi sempre mandare giu’, c’e’ il rischio di una reazione violenta.
NON VOGLIO PIU’ ESSERE COMPRENSIVO

Buona notte a tutte le persone oneste

Annunci

6 Risposte to “BASTA”

  1. beppe vessicchio Says:

    Paolo arrabbiato è di per se una notizia!!!!
    La maleducazione ci viene insegnata dall’ alto, ne abbiamo esempi giornalieri dai nostri politici e dalla televisione.
    Ci fanno credere che l’unico modo per ottenere qualcosa sia travalicare il prossimo.

  2. cyberchef Says:

    E’ proprio questo il punto non voglio piu’ soprusi,da nessuno
    questo mi e’ arrivato proprio oggi da un grande amico, in tutti i sensi
    http://tcc.itc.it/people/rocchi/fun/europe.html

  3. Ciao Cyber,
    hai proprio ragione, ci sono certi giorni in cui mi verrebbe voglia di uscire con un fucile e sparare a tutti i cosidetti “furbi”… Ma credo che alla fine dei giochi la correttezza venga premiata quindi non mollare!

  4. cyberchef Says:

    Grazie a Francesco per il sostegno morale, ma se un giorno di ordinaria follia prendi il fucile chiamami, magari vengo anch’io
    cyber

  5. Ci sono giornate così, in cui anche i buoni ed ecumenici si rompono le palle (si può dire palle?).
    E ben vengano questi giorni di protesta!
    Peso meno di 50 chili e non posso vivere di prepotenza quindi spesso vorrei avere un mini-uzi da mettere in borsetta per punire adeguatamente i maleducati stradali, tipo quelli che si sentono in diritto di dirti “tr..a” solo perchè sei donna e non accetti di essere spalmata dai loro suv.
    Macchine sempre più grosse per conducenti sempre più aggressivi!
    Viva la protesta….bravo Paolo, non subiamo più!
    Patrizia

  6. beppe vessicchio Says:

    Vedo che ottieni più consensi come uomo dalla coscienza critica che come chef.
    Può darsi che ti stai creando una nuova strada da percorrere nel caso non avessi più voglia di spadellare.
    In questo caso credo che di lavoro da fare ce ne sarebbe moltissimo!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: