Giro in Romandia

Tutto inizia nelle scorse settimane, si chiacchiera al telefono, una sera con l’amico Lorenzo che condivide o meglio, che mi ha iniziato alla passione per le mele di Cupertino. Mentre siamo al telefono e’ prassi stare davanti al computer, lui ha appena comprato un iMac da 20″ io ho in grembo il mio “bambino” un MacBookPro da 15″ . Ad un certo punto mi dice: – Hai visto stanno per aprire uno Store Apple a Ginevra, potremmo andarci quando avro’ le prossime ferie. Allora cominciamo a studiare l’itinerario ed a confrontare la distanza tra Ginevra e Roma, dove c’e’ l’unico Store italiano.
A parte il discorso chilometri, il traffico andando verso la Svizzera e’ sicuramente piu’ modesto del famigerato G. R. A. Cosi’ si e’ subito arrivati alla scelta.
Detto fatto: la scorsa settimana una mattina siamo partiti per la Confederazione Helvetica, il tempo da noi poco invitante e’ migliorato strada facendo. E’ vero in citta’ mi sembrava di essere a Milano, tempo bigio, umido, ma poi nel primo pomeriggio dirigendoci verso casa, nella Savoia francese il cielo si e’ aperto e il suo azzurro ha creato uno splendente contrasto con il verde rendendo il panorama ancora piu’ piacevole.
Tornando all’ obiettivo della gita, per me era la prima volta che visitavo uno Store ufficiale. Non staro’ certo a descrivere cio’ che si trova all’interno, la produzione dell’azienda in questione e’ ben nota a tutti gli interessati,quello che cerco di trasmettere e’ la curiosita’ e l’emozione provata. Mi rendo conto che chi ha avuto la fortuna di vedere quelli americani di cui ho avuto modo di vedere qualche foto, si fara’ una sonora risata. Ma per me e’ stata una piacevole occasione. L’unica mia delusione e’ stata la totale mancanza di gadget, T-shirts o altro che avrei acquistato volentieri come souvenir, cosi’ mi sono limitato a prendere un paio di brochure che si trovavano sui banchi espositivi, per portarle al museo 🙂
Dopo un breve giro nella centralissima rue du Marche’,ricca di vetrine ben assortite e di banche; dove non abbiamo mancato di aggiungere ai nostri acquisti, una considerevole scorta di cioccolato, siamo tornati all’auto. Ci siamo avviati verso casa pero’ abbiamo optato per una strada panoramica che ci ha portato davanti ad un bellissimo ponte.
Sulla via del ritorno le solite disquisizioni su quello che abbiamo visto, e cosa ci riservera’ la nostra compagnia americana preferita per le prossime uscite, in special modo siamo in attesa di scoprire cosa uscira’ domani sera sullo Store online, sembreremo malati a chi non apprezza la nostra passione, ma quando vedo gruppi di persone, piu’ spesso donne davanti alle vetrine di negozi di abbigliamento non posso trattenere un sorriso…
Vorrei ringraziare il mio compagno di viaggio, che non potendo essere sostituito al volante per un mio temporaneo impedimento si e’ fatto carico della guida per tutto il giorno, e se io in un paio di occasioni, mi sono “spento” per qualche istante, lui e’ sempre stato ben attento a dove metteva le ruote della sua fiammante auto.

Annunci

6 Risposte to “Giro in Romandia”

  1. Beppe Vessicchio Says:

    Chissà che fatica hai fatto a scrivere questo post, conoscendo la tua generosità immagino che il fatto di non aver potuto dare cambi alla guida ti abbia seccato un pò, ma sei veramente impedito e il tuo compagno di viaggio ti ha sicurissimamente perdonato.
    Avrai notato che dalla quelle parti le città sono sicuramente più vivibili, e se fossimo capaci, in italia, di imparare qualcosa da chi sta intorno, si vivrebbe sicuramente meglio.

  2. cyberchef Says:

    non ti credere Beppe, il conducente non e’ tipo che molla tutti i suoi cavalli tanto facilmente, anzi forse era contento di avere la scusa per non farlo 🙂

  3. Beppe Vessicchio Says:

    Capisco, anche io sono un pò così.

  4. mirko.bianchi95 Says:

    Caro zio, sono proprio contento che ti sia divertito!!
    Mi sai dire se ci sono store in svizzera o in austria, visto che a mio fratello piacerebbe visitarne uno!
    Ho guidato per la prima volta la Guzzi, il ”nuovo bestiolino di casa bianchi”,
    esperienza indimenticabile (650cc!)

    Ti aspetto qui con felicità nei prossimi giorni, l’Andrea quando saprà che il suo caro zio arriverà qui diventerà matto!

    Ciao a tutti, saluta la noemi,
    Stammi bene,
    Mirko Bianchi

    P.s. L’italiano come ti sembra questa volta???

  5. cyberchef Says:

    Ciao Mirko, per prima cosa, mi fa piacere che a scuola si impara a scrivere come si deve: voi giovani dovete solo applicare gli insegnamenti. Per quanto riguarda gli Store della Apple, quello di Ginevra e’ in Svizzera, l’altro che hanno aperto e’ a Zurigo. In Austria non mi risulta che ve ne siano. Altrimenti ce n’e’ uno a Roma. Insomma stavolta saro’ costretto a provare il 6 e 1/2 dopo di te, anche perche’ ora mi e’ impossibile guidare una moto, la mia mano destra e’ priva di forza
    Un saluto anche a te e a tutta la famiglia. Cerchero’ di portare dalle vostre parti un po’ di focaccia 🙂

  6. mirko.bianchi95 Says:

    Grazie zio te ne siamo veramente grati!!!!!
    mmmmmm…………………………….
    Mi fai venire la acquolina in bocca!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: