Archive for the Primi piatti Category

Pasta alle verdure spadellate

Posted in Primi piatti, Ricette with tags , on aprile 28, 2010 by cyberchef

Stasera visto che son reduce da un altro giro di allenamento in bici e sono un po’ stanco mi limito a postare una breve ricetta di un sugo per la pasta che ho preparato al lavoro qualche giorno fa.
La voglio dedicare ad un recente frequentatore del mio blog,  sperando che non si sia già stancato di aspettare nuove ricette.
Vedremo se gradirà

Per quattro persone

Ingredienti:
Due zucchine
Una cipolla
Due pomodori
Un ciuffo di basilico
Tre cucchiai d’olio d’oliva

Ho preso una padella larga , ho messo l’olio, la cipolla tagliata a metà e poi affettata, le zucchine tagliate a dischetti dello spessore di ca 3 mm. Ho fatto cuocere a fuoco lento con il coperchio dopo aver aggiunto una spolverata di sale per una dozzina di minuti. Nel frattempo ho tagliato a fette i pomodori e a filettini il basilico che poi a cottura ultimata delle verdure in padella ho aggiunto e fatto prendere solo una scottata. Ho cotto la pasta ( nel mio caso farfalle) e l’ho spadellata aggiungendo una spolverata di formaggio e una spruzzatina d’olio d’oliva

buon appetito a tutti

https://cyberchef.wordpress.com/

Annunci

Timballo di bucatini

Posted in Primi piatti, Ricette with tags , , on giugno 18, 2008 by cyberchef

Provo ad accontentare Francesco, che, oltre ad essere un amico, e’ un provetto cuoco, altro che “dilettante allo sbaraglio” 🙂

Mi e’ venuta in mente una vecchia ricetta a dire il vero un po’ laboriosa, ma il risultato secondo me ripaga dell’impegno.
Ora mi perdonerete, se mi limito alla descrizione delle operazioni, e’ solo che spesso io non peso gli ingredienti ed anche in questo caso ci sono molte variabili.
La proposta di oggi e’ : Timballo di bucatini alle zucchine

Gli ingredienti sono:
Bucatini ca 60 g a porzione (tenete presente che la porzione non e’ troppo abbondante, se volete fare una scorpacciata mettete al fuoco 100 g a persona), zucchine, almeno tre a porzione(dipende dalle dimensioni), salsa di pomodoro, quella che preferite, olive nere snocciolate, origano, mozzarella 50 g a porzione ca, olio per friggere

Prendete le zucchine, e tagliatele a fette sottili, ca 3-4 mm per il senso della lunghezza, le parti che non riuscite a tagliare (io uso una mandolina a mano) le ridurrete in cubetti, le farete passare in padella con un cucchiaio d’olio d’oliva e le aggiungerete alla salsa. Le fette invece vanno leggermente infarinate e poi fritte in abbondante olio, ma devono restare morbide e flessibili, perche’ una volta sgocciolate le useremo per rivestire una pirofila, io di solito ne uso un tipo ovale di porcellana col bordo non troppo alto. Le fette andranno messe prima sul perimetro esterno facendo in modo che la fetta arrivi anche sul fondo della pirofila, intercalate, in modo che escano di circa 4-5 cm dal bordo, lasciando al centro della pirofila un vuoto che riempirete con altre fette, sovrapponendole a quelle messe in precedenza, questo e’ importante per poter sformare senza problemi il nostro timballo una volta gratinato. Dovete friggere anche delle fette di zucchina in piu’ per poi ricoprire la pasta quando l’avrete messa in pirofila.
Nel frattempo mettete al caldo la salsa di pomodoro con le zucchine e le olive, tagliamo la mozzarella a cubetti, lessate i bucatini in acqua salata, e ricordate che e’ buona abitudine non lasciare troppo al dente la pasta che deve poi andare in forno, perche’ assorbirebbe l’umidita’ della salsa diventando troppo asciutta. Scolate la pasta, mettetela in un comodo tegame, unite la salsa e la mozzarella, aggiungete l’origano, aggiustate di sale se occorre, a questo punto mettete i bucatini nella pirofila incamiciata con le zucchine, non riempite troppo altrimenti poi diventa problematica la fasciatura della parte superiore del timballo. ripiegate verso l’interno le zucchine che avete lasciato sbordare in precedenza, coprite la pasta che rimane scoperta con le fette tenute da parte, mettete in forno a 180° o meno se e’ ventilato altrimenti le zucchine in superficie diventano troppo secche, per circa 15 minuti, dipende molto dallo spessore della pasta. A cottura ultimata con molta attenzione si rovescia su un vassoio di adatte dimensioni il timballo, facendo molta attenzione che le zucchine sul bordo si stacchino dalla pirofila altrimenti l’effetto a tavola sara’ solo mediocre.
Se volete fare un lavoro ad hoc, mettete un cordoncino di sugo di pomodoro nel punto dove le fette di zucchina del centro della pirofila si intreccia con quelle del bordo del timballo.
Servite ben caldo: io di solito uso un coltello da bistecca per tagliare di netto zucchine e pasta quando lo servo ai miei commensali.

Come al solito vi suggerisco di personalizzare ,come appunto ha scritto Francesco nello scorso post, la mia proposta. Ad esempio se vi piace potete modificare la salsa con i vostri ingredienti preferiti: peperoncino, acciughe capperi, o altro.

Buon lavoro

cyberchef

Punzecchiato

Posted in Dolci, Primi piatti, Ricette with tags , on giugno 7, 2008 by cyberchef

Come recita il titolo, son stato punzecchiato, a ragione, per stimolare la mia voglia di scrivere, sono sicuro che chi ha voglia di seguirmi in questo percorso potra’ perdonare la mia latitanza, e’ solo che non voglio scrivere di corsa e mettere dei post che non mi soddisfano. Oggi per farmi perdonare da chi si lamenta che sono un lazzarone, ho deciso di scrivere un paio di ricette: una molto semplice, e’ l’insalata di riso, visto che comincia il caldo… 🙂 La seconda e’ la ricetta di una torta che mi ha “passato” una signora originaria della Polonia che ha lavorato con me lo scorso autunno. Cominciamo con la prima, io mi permetto di consigliare una cosa, se al posto del riso lessato preparate l’insalata di riso con del riso pilaff o pilaw,avrete dei chicchi compatti croccanti e gustosi. Per chi non l’ha mai cucinato, lo spiego molto velocemente: si prende del riso preferibilmente parboiled, in ragione di 60 grammi a persona (per l’insalata altrimenti calcolate 120 g a testa).Si prende il riso, si mette in una casseruola larga e bassa, che possa andare in forno, si mette un cucchiaio d’olio a porzione, si scalda un po’ a fiamma dolce, poi si bagna con brodo bollente in quantita’ pari ad una volta e mezza il peso del riso ( es.: per mezzo chilogrammo di riso serviranno 750 g. di brodo) e si mette in forno a 200° per 17 minuti, dopo aver coperto con la carta d’alluminio all’interno della casseruola e messo il coperchio per evitare di seccare i chicchi in superficie. Se preferite potere anche mettere dello zafferano per averlo giallo una volta cotto, oppure anche un po’ di concentrato di pomodoro per tingerlo di rosso o della purea di spinaci per renderlo verde. Questo per avere una base piu’ colorata. Non voglio darvi una ricetta precisa perche’ ognuno poi la preparera’ secondo il suo personale gusto. Io personalmente faccio due versioni di questo piatto estivo, una semplice con prosciutto, formaggio, piselli lessati, olive, tonno sott’olio,cetriolini, pomodori a cubetti,rondelle di würstel e poi condisco con olio e limone. L’altra versione invece un po’ meno economica con seppie bollite tagliate a strisce, code di gamberi, cozze e vongole appena scottate, pomodori a dadolini, olive un po’ di prezzemolo tritato, anche questa la condisco poi con succo di limone e olio d’oliva come la precedente. Volete ancora una ricetta, magari un po’ originale? Ecco qui: provate con yogurt bianco e capperi, cercate di usare quelli di pantelleria piccoli sono molto piu’ belli di quelli enormi che si trovano a volte. Potrete anche mettere l’insalata di riso una volta pronta dentro a dei pomodori opportunamente scavati in questo caso eviterei pero’ di metterli anche dentro l’insalata.

La seconda ricetta e’ semplice, per chi ama fare torte non e’ assolutamente impegnativa, per i principianti invece e’ un buon inizio. La dedico al mio presidente William, amante di dolci speziati anche piu’ di me, che sono un golosone

Linzer torte

Ingredienti:

FARINA G 450
ZUCCHERO G 250
BURRO G 150
MANDORLE G 150
UOVA N 3
LIEVITO N 1 b.
VANILLINA N 1 b.
CHIODI DI GAROFANO a piacere
NOCE MOSCATA a piacere
CANNELLA a piacere
SCORZA DI LIMONE
RUM un sorso
CACAO un cucchiaio
MARMELLATA RIBES circa 120 grammi

Procedimento:
Macinare le mandorle con lo zucchero, unire il burro, le uova, gli aromi, rendere omogeneo l’impasto, poi aggiungere la farina il lievito e il cacao: impastare velocemente, poi stendere nella tortiera, velare di marmellata, coprire con una griglia di impasto, e cuocere in forno 170° per circa 45 minuti

Io adoro le torte speziate, e spero che valga anche per i miei fedeli lettori.
Buona domenica a tutti e buon lunedi’ per chi potra’ riposarsi anche il primo giorno della settimana.

A presto Cyberchef 🙂

Spirali di patate tricolori

Posted in Primi piatti, Ricette on febbraio 21, 2008 by cyberchef

Spirali di patate tricolori

Questa volta ho deciso di fare un esperimento se volete seguirmi…

Dosi per 4 persone
Ingredienti
Patate farinose Kg 1
Farina bianca G 200*
Parmigiano grattugiato G 80
Spinaci G 120
Burro G 50
Concentrato di pomodoro G 40
Zafferano B 1
Sale
*La quantita’ della farina e’ variabile in base alle patate che utilizzate

Procedimento:
Lessiamo gli spinaci strizziamoli e tritiamoli finemente, va benissimo il frullatore. Lessiamo le patate con la buccia. Appena cotte ancora ben calde le sbucciamo e le passiamo allo schiacciapatate, queste vi sconsiglio vivamente di frullarle, perche’ diventano collose. Mettiamo sulla tavola le patate con il burro, la farina, il parmigiano e un po’ di sale. Rendiamo omogeneo l’impasto, poi dividiamolo in tre parti: coloriamo la prima con la bustina di zafferano, la seconda con il concentrato di pomodoro (dovremo aggiungere un po’ di farina, per contrastare l’umidita’ del pomodoro), ed infine la terza con la purea di spinaci che avevamo preparato in precedenza (anche qui aggiungiamo un paio di cucchiai di farina per il motivo succitato). A questo punto, stendiamo i tre impasti facendo dei rettangoli, il piu’ sottile possibile, sovrapponiamoli, poi li arrotoliamo ben stretti. Mettiamo a bollire abbondante acqua salata, consiglio una teglia larga,dove metteremo a cuocere le nostre spirali ottenute tagliando a fette i nostri rotoli di gnocchi, lasciamo cuocere finche’ non galleggiano nell’acqua bollente. Serviamo ben calde.
Suggerimenti: io ho previsto di usare la fonduta come condimento, solo per un discorso cromatico, in realta’ possiamo condire con burro e salvia, del pomodoro fresco, del pesto. Se avete dei piatti molto larghi, potrete mettere la salsa intorno alle spirali cosi’ il piatto risultera’ anche decorato.


Ingredienti per la fonduta:
Formaggio a pasta media (fontina) G 150
Latte Dl 1
Farina G 20
Prepariamo la fonduta mettendo a bagnomaria una pentola con il formaggio a cubetti, il latte e la farina, girando ogni tanto. A piacere si puo’ aggiungere una spolverata di pepe bianco. Altra variante per rendere piu’ saporita la fonduta si puo’ sostituire una parte di fontina con del gorgonzola. La preparazione deve risultare piuttosto fluida.