Archive for the Secondi Category

Oratina

Posted in Ricette, Secondi with tags , on maggio 10, 2009 by cyberchef

Visto che mi scarseggia il tempo posso postarvi una ricettina veloce,stimolata dall’abbondante incetta di orate che mio suocero, pescatore da riva di ottimo livello sta facendo in questi giorni.

Ingredienti: (per 2 persone)

Orata g 600/700

Patate g 400

Olive taggiasche in salamoia g 50

Olio di oliva g 40

Vino bianco dl 1/2

Prezzemolo q.b.

Aglio n. 1 (spicchio)

Procedimento:

Pelate e affettate le patate poi sciacquatele in acqua corrente per alcuni minuti. In un tegame largo che possa andare in forno mettete l’olio l’aglio e il prezzemolo tritati, se vi piace anche un pizzico di peperoncino. Rosolate leggermente poi aggiungete le patate, il vino bianco e le olive, salate leggermente (le olive sono salate) Coprite con un coperchio e mettete in forno per circa 10/15 min a circa 180° C.

Nel frattempo sfilettate l’orata partendo con un coltello possibilmente sottile e flessibile partendo dal dorso del pesce seguendo la lisca con la lama. Una volta staccato il filetto superiore, capovolgete il pesce e staccate l’altro.

Lavate i filetti e lasciateli sgocciolare. Prendete un pezzo di carta di alluminio, ungete leggermente con un filo d’olio il centro del foglio; ponete un filetto, spolverate di sale, coprite con la meta’ delle patate cotte in precedenza.

cartoccio aperto

Richiudete il cartoccio.

cartoccio chiuso

Fate lo stesso con il pesce rimasto. Una volta pronti i cartocci infornateli per circa 10 minuti a 180° C

Potete anche prepararli, poi metterli nel frigorifero e cucinarli anche il giorno seguente. Ricordate pero’ che se sono freddi dovete allungare il tempo di cottura. Meglio lasciarli a temperatura ambiente per almeno 10-15 minuti

Servite ben caldo, magari per chi lo apprezza con una bottiglia di Pigato d’Albenga.

Collaborazione familiare

Posted in Ricette, Secondi on marzo 14, 2008 by cyberchef

Ieri mattina, visto che non sono al cento per cento ho pensato di farmi aiutare da mia moglie Cinzia, mia compagna di vita da quasi 19 anni. A questo proposito colgo l’occasione per ringraziarla pubblicamente di avermi sopportato almeno fino ad oggi, se poi da domani non mi leggerete piu’ vuol dire che si era stancata di me 🙂
Questa proposta spero che soddisfi le esigenze di quei mariti che ogni tanto vogliono variare le loro prestazioni in cucina (vero Beppe) perche’ non e’ facile trovare dei piatti semplici e veloci da confezionare, ma al tempo stesso appetitosi e un poco diversi dal solito.

Eccovi la ricetta di oggi, si tratta di Goulash con gli Spätzli.

Ingredienti:

per il goulash

Carne di manzo g 800
Polpa di pomodoro g 400
Vino rosso dl 1
Cipolla n 1
Olio di semi dl 1/2
Burro g 30
Farina
Paprika q.b.
sale

per gli spätzli

Farina g 200
Acqua g 90
Uova n 3
Burro g 50
Salvia
Sale

Procedimento:

La mia signora ha proceduto in questo modo: ha affettato la cipolla, l’ha messa a rosolare con l’olio e il burro. Ha spolverato con la farina la carne tagliata a cubi. Ha unito la carne e la paprika* alla cipolla. Dopo averla lasciata rosolare un po’ , ha sfumato col vino rosso, e dopo averlo lasciato evaporare, ha unito la polpa di pomodoro, il sale noi abbiamo messo anche un pizzico di zucchero per togliere l’acidita’ del vino e del pomodoro. La cottura si e’ prolungata per circa 90 minuti. Questo naturalmente dipende dal taglio di carne che utilizzate.

*Per quanto riguarda la quantita’ di paprika, dovete regolarvi a gusto vostro, noi abbiamo utilizzato della paprika dolce, ma esiste anche in versione piccante, c’e’ chi ama il piccante anche molto accentuato, io non faccio parte di questi e mi regolo di conseguenza, ne abbiamo messa un cucchiaino da caffe’ ben colmo. Altro suggerimento, se vi piace potete aggiungere a fine cottura della panna da cucina, smorza un po’ il gusto della paprika e addolcisce.

Nel frattempo Cinzia a messo al fuoco una pentola con acqua salata. In una terrina ha mescolato tutti gli ingredienti degli spätzli, quando l’acqua e’ arrivata all’ebollizione, ha confezionato gli spätzli, buttando l’impasto nell’acqua facendolo uscire dai fori dello schiacciapatate. Dopo pochi minuti, un paio circa, li ha tolti dall’acqua e messi in acqua fredda. Ha ripetuto l’operazione fino all’esaurimento della pasta.

Poco prima di andare a tavola, la mia collaboratrice ha messo in una padella il burro e la salvia, appena ha cominciato a rosolare ha aggiunto gli spätzli, appena caldi ha messo nei piatti il goulash e gli spätzli, e siccome si mangia tardi ci siamo avventati sui piatti fino a tirarli lucidi 🙂

Ps.: non e’ stato facile dirigere la signora che naturalmente voleva fare il lavoro senza la mia intrusione, ma questo non gli e’ stato permesso 😉

Meat Pie

Posted in Ricette, Secondi on marzo 3, 2008 by cyberchef

Per il post di oggi, ho seguito il consiglio dell’amico Carlo, che di ritorno dal cinema dove ha visto la pellicola di Sweeney Todd, mi ha proposto di confezionare un meat pie, sostituendo pero’ la carne dei clienti del diabolico barbiere di Fleet street, con dell’ottimo manzo piemontese.
Questa ricetta non ha la pretesa di essere:”La Ricetta”, ma una ricetta testata che garantisce il risultato.

Ecco gli ingredienti:

Per il ripieno

Carne di manzo scelta g 200
Prosciutto cotto g 100
Polpa di pomodoro g 150
Patate g 150
Vino Bianco dl 1/2
Cipolla g 50
Olio di semi dl 0,3
Burro g 20
Bacche di ginepro
Chiodi di garofano
Misto di spezie
Sale

Per la pasta:

Farina g 300
Burro g 150
Acqua g 60 (ca)
Sale

Un uovo per lucidare e chiudere la pasta

Per prima cosa bisogna impastare: mettiamo tutti gli ingredienti per la pasta sul piano di lavoro, consiglio di avere il burro a temperatura ambiente. Una volta che l’impasto sara’ omogeneo, mettiamolo al fresco coperto con un panno umido o meglio un sacchetto di polietilene (classico sacchetto da freezer) per evitare che la pasta si secchi in superficie.
In una casseruola facciamo rosolare a fiamma dolce, la cipolla a pezzetti con l’olio e il burro (probabilmente gli inglesi preferirebbero un condimento piu’ pesante strutto o grasso di manzo) aggiungiamo dopo un paio di minuti il prosciutto tagliato a cubetti.
Poi aggiungiamo il manzo che suggerisco sia magro, anche questo tagliato in piccoli cubi o volendo anche tritato, . Lasciamo rosolare, sfumiamo col vino bianco, lasciamolo evaporare, aggiungiamo la polpa di pomodoro, il sale le spezie (potete personalizzarle come volete) Quando la carne e’ quasi cotta, ovvero quando schiacciando tra due dita un cubetto sara’ leggermente cedevole, aggiungiamo le patate tagliate a cubetti. Dopo circa 10/15 minuti le patate saranno cotte. leviamo dal fuoco; lasciamo raffreddare. Io come stampo ho utilizzato un comune stampo per plum cake di alluminio, se preferite usate una tortiera tonda. Tirate la pasta fino allo spessore di circa 3 mm, io l’ho resa un po’ troppo sottile e sformare poi e’ stato difficoltoso. Foderate lo stampo lasciando che la pasta esca abbondantemente dallo stesso.
Prima di mettere l’impasto nello stampo assaggiamo se e’ a posto di sale e se e’ troppo morbido aggiungiamo un poco di pane grattato, asciughera’ la preparazione.
Una volta farcito il pie, pennelliamo con l’uovo sbattuto il bordo della pasta prendiamo un pezzo di pasta leggermente piu’ grande dell’apertura dello stampo posiamolo sopra il pie, poi facciamo aderire premendo con le dita i bordi della pasta, io ho anche passato i rebbi di una forchetta, per migliorare anche l’effetto estetico.
Lucidiamo con l’uovo il coperchio, e dopo aver praticato dei fori per lasciare scaricare il vapore durante la cottura, possiamo rifinire come meglio preferiamo la parte superiore, possiamo fare delle greche, oppure una scritta come ho fatto io.

Suggerimenti:
Se e’ il tempo che vi scarseggia potete preparare la carne il giorno prima, la pasta brise’ la trovate gia’ pronta al supermercato. In questo modo, il tempo di preparazione si dimezza.

Buon appetito
Cyberchef